Equilibrio – Capitolo 12

Rispondi solo occasionalmente ai saluti.
Solo quando ti conviene.
Ma oggi non ne avresti nessun motivo.
Quindi se qualcuno ti si parasse davanti lo manderesti direttamente a farsi fottere.
Mentre raggiungi la porta di casa osservi che non c’è nessuno in giro.
Ti senti sollevato.
Tutto sembra filare liscio.

Entri nel nostro appartamento.
Farai subito i bagagli.
Poi ti procurerai i soldi che ti servono per sparire da questo paese.

Il pomeriggio inoltrato ha riportato una leggera penombra nelle stanze di casa.
Ma non allunghi la mano verso l’interruttore.
Sei freddo, razionale, calcolatore.
Domi l’istinto.
Manca la luce.
Certo, te lo ricordi benissimo.

Ma non hai pensato a tutto.
Manchi da casa da nove ore.
E la fornitura elettrica da 17.

Io continuo a seguirti da molto vicino.
Le mie emozioni sono tali da poterne sentire il peso mentre cammino.
Come quando si è vivi.

Il momento che ho atteso da 6 settimane, è arrivato.
Il ghiaccio si è sciolto, Tom.

Anna_X

Share :

Twitter
Facebook

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Il dono di Verdacqua

Ho un sogno: parlare di felicità ai bambini e sono a un passo dal realizzarlo. Ti ho scelto per sostenermi: con il tuo aiuto pubblicheremo la mia fiaba e costruirò un progetto di volontariato dedicato ai più piccoli.